Loading...

Consigli per l’abito da sposa/o

Si sogna fin da bambine l’abito bianco. Ma quali i dettagli da non scordare? Quale l’abito più adatto per lui, una volta scelto il tipo di cerimonia? Come organizzare il ricevimento? Come comportarsi con gli invitati e i testimoni, con suocere e parenti? Qui troverete, suddivisi per argomento, una serie di consigli che il galateo suggerisce per non incappare in imbarazzanti situazioni.

Qui troverete una serie di consigli che il galateo suggerisce per non incappare in imbarazzanti situazioni.

Le regole fondamentali sono che l’abito si armonizzi con la personalità degli sposi e con il tipo di cerimonia prescelta.

E’ dunque necessario un attento esame davanti allo specchio cercando di armonizzare le caratteristiche del proprio aspetto esteriore con i propri desideri e sogni riguardo all’abito della cerimonia.

L’abito va scelto almeno tre mesi prima della cerimonia per eventuali ritocchi. L’ultima prova va fatta una settimana prima della cerimonia ed in quest’occasione è consigliabile portare con sé alla prova anche tutti gli altri accessori da provare, qualora essi non siano stati scelti nel negozio dove si acquista l’abito.

L’ideale è ricevere l’abito pronto una paio di giorni prima delle nozze per accertarsi che sia tutto a posto. Aiuteranno la sposa ad indossare l’abito la mamma, la sorella o l’amica del cuore.

La tradizione vuole che la sposa si rechi insieme alla mamma e alla migliore amica a scegliere l’abito. Oggi la moda e le novità danno ampia possibilità di spaziare tra modelli e colori.

Il consiglio è di non eccedere nel tentativo di essere originali.

Il matrimonio rimane un momento legato alla tradizione. Meglio dunque abiti classici, per lui e per lei, dai colori sobri e dai tagli semplici.

Non tutte hanno la fortuna di essere perfette come le modelle che indossano gli abiti sui pesantissimi giornali di cui abbiamo fatto incetta per trovare l’abito dei nostri sogni.

Ecco allora qualche pratico accorgimento dettato dal buon senso. Per minimizzare i fianchi larghi, meglio un abito leggermente svasato e tagliato sotto il seno, le magrissime possono invece puntare su abiti ampi e fluidi e vaporosi, sconsigliati invece a chi non è molto alta. Per quanto concerne il colore , è bene scegliere la sfumatura in base al tipo di carnagione.

Attenzione anche all’ora prescelta per la cerimonia: una cerimonia mattutina impone un abito di una certa importanza, con tessuti anche sfarzosi.

Una cerimonia al pomeriggio ed in città porta a prediligere abiti fluidi e dai tessuti leggeri.

Abbandonatevi invece ai vostri sogni più romantici nel caso di una cerimonia in una chiesetta di campagna e di pomeriggio.

Per la cerimonia in municipio, pur essendo permesso l’abito lungo e bianco, il galateo suggerisce di non eccedere in sfarzosità e scegliere abiti sobri. Perfetti gli abiti corti e il tailleur, anche nei colori pastello e a pantalone.

In questo caso un cappello intonato può prendere il posto del classico velo. Ricordate che l’abito deve essere scelto in base al vostro gusto personale ma deve comunque lasciare libertà di movimento per evitare di risultare impacciati o a disagio soprattutto durante il ricevimento.