Loading...

La musica da scegliere per le nozze

Musica in chiesa

Il classico organo può essere sostituito dall’evocativo a raffinato suono dell’arpa magari affiancato da quello dei violini. Ammesse anche voci liriche e corali. I due brani migliori e suggestivi vanno riservati per i due momenti clou: l’ingresso in Chiesa della sposa e lo scambio degli anelli.

Qualche esempio…

Allo scambio degli anelli il bellissimo coro a bocca chiusa dalla ‘Madama Butterfly’ di Puccini. Per l’uscita della chiesa l’allegro e esplosivo ‘Gloria’ RV589 di Vivaldi. Se volete composizioni più moderne, imperdibile la bellissima AVE MARIA di Gounod cantata da Frank Sinatra o dalla dolcissima voce di Noah. O che ne pensate di esuberanti ritmi Gospel?

Musica in Municipio

Assolutamente consigliabile per rendere più suggestiva una cerimonia che potrebbe essere anche abbastanza spoglia. Si può pensare per esempio alla diffusione di musiche dalle colonne sonore di film famosi: le musiche di Michael Nyman per il film ‘Lezioni di piano’, la colonna sonora de ‘La mia Africa’, o brani dai grandi musicals come ‘Il fantasma dell’opera’ o la canzone della Maddalena da ‘Jesus Christ Superstar.

Al ricevimento

Qui vi è la più assoluta libertà di scelta per gli sposi. Attenzione però che la musica non sia troppo invadente, impedendo agli invitati di chiacchierare tra di loro. Deve restare un piacevole sottofondo né imporsi all’attenzione che deve essere sempre e comunque rivolta agli sposi. Meglio dunque una musica di sottofondo e d’atmosfera.

Quanto ai brani….briglia sciolta agli sposi e ai loro gusti musicali!